CINEMA "BASSO" E CINEMA "ALTO"
di Goffredo Fofi
Tra ricordo e riflessione critica, una rilettura trasversale del cinema italiano del secondo dopoguerra, nella quale Fofi individua commistioni e differenze di una produzione che riflette lo stallo politico e culturale del Paese.
CANI SCIOLTI IN INTERNI BORGHESI (1971)
di Goffredo Fofi
Con acume critico, Fofi evidenzia, all'inizio degli anni Settanta, gli smarrimenti e le irrisolte contraddizioni di un cinema piccolo-borghese oggi unanimemente riconosciuto, di fatto estraneo a qualsiasi forma di rivolta.
I MARGINALI (1971)
di Goffredo Fofi
Il cinema "irregolare" e nascosto, denso di velleità e sfrenati individualismi, non escludeva l'emergere di due eccezioni, opposte per direzioni ma accomunate dal rinnovamento del linguaggio: Carmelo Bene e Mario Schifano.