3D: GODARD vs GREENAWAY
di Marco Grosoli
Al festival di Cannes è stato presentato "3 x 3D", un trittico realizzato da autori che si sono accostati alla nuova tecnologia con diversi intenti. Un'occasione per confrontare l'arte del cinema di Godard al cinema d'arte di Greenaway.
FILM PER I VIVI
di Alessandro Stellino
Tornare su “Holy Motors” un anno dopo: non per difendere una presa di posizione, ma per constatare l'evidenza di un film spartiacque. Tra chi rimpiange la morte del cinema e chi cerca di reinventare la propria posizione nei nuovi scenari sconvolti.
NOTE SUL "VULGAR AUTEURISM"
di Girish Shambu
Se Michael Bay è davvero un autore. Riflessioni sparse su un fenomeno critico in voga di questi tempi: quello che porta agli allori registi di film d'azione e horror adrenalinici e, soprattutto, americani. Una nuova "teoria degli autori popolari" bisognosa di argomentazioni più salde.
AI MARGINI DEL REALISMO
di Filippo Ticozzi
Chiamato a partecipare a un volume collettivo inglese sullo stato del cinema indipendente, il filmmaker Filippo Ticozzi elabora una riflessione sulla produzione degli ultimi dieci anni tra documentario e cinema sperimentale. Per un nuovo cinema politico italiano.
LA CRITICA AL TEMPO DI TWITTER
di Will Leitch, Dana Stevens
Una tavola rotonda filmata allo scorso Tribeca Film Festival: i critici di Slate e Deadspin affrontano pro e contro della possibilità di fare critica cinematografica in 140 caratteri. Suggerimenti a ruota libero per un discorso da affrontare più a fondo.
LA LEGGE DELLA TROMBA (1960)
di Augusto Tretti
In ricordo di Augusto Tretti (1924-2013), proponiamo il suo lungometraggio d'esordio. Opera prima genialmente sgangherata del più irregolare ed eccentrico fra i registi italiani, sconosciuto al pubblico e a lungo trascurato dalla critica.