MEMORIE DI UNA TESTA DI PESCE
di Tommaso Isabella
"Leviathan", girato da Véréna Paravel e Lucien Castaing-Taylor su un peschereccio nelle acque oscure dell'Atlantico, è stata la vera scoperta di Locarno. Un film che segna un nuovo approdo tra etnografia e cinema.
L'APOCALISSE NON È LA FINE
di Francesco Boille e Alessandro Stellino
Un lungo incontro con Joao Pedro Rodriguez e Joao Rui Guerra da Mata sul loro ultimo film "The Last Time I've Seen Macao", presentato in Concorso a Locarno. Rilucente fantasma del cinema portoghese.
LA FILLE DE NULLE PART
di Francesco Boille
Pardo d'Oro all'ultimo Festival del Film di Locarno, Brisseau firma un film testamento girato nel suo appartamento con una produzione super leggera. Angeli, fantasmi, teorie da portare a punto in una riunione di famiglia dal piglio surreale.
USA: 5 PEZZI FACILI
di Boille, Isabella, Nazzaro, Persico, Stellino
Nella selezione locarnese di quest'anno il cinema statunitense low budget si è dimostrato particolarmente vitale e scanzonato. Prendendo le forme della commedia, cinica e stralunata, alcuni giovani registi hanno colpito nel segno.
VENEZIA 69: ORIZZONTI PERDUTI
di Daniela Persico e Alessandro Stellino
La nuova direzione di Alberto Barbera punta alla qualità, diminuendo il numero di opere e privilegiando il cinema di finzione. Più film sono stati comprati dai distributori italiani, ma Venezia ne esce realmente rafforzata?
CONCORSO: THY WOMB
di Pietro Liberati
Brillante Mendoza compie un viaggio in bilico tra fascinazioni etnografiche e intreccio narrativo, seguendo la storia morale di una levatrice sulle isole Tawi-Tawi. Il film è la conferma di un grande autore.
FUORI CONCORSO: PENANCE
di Giampiero Raganelli
Film per la televisione in cinque parti, la nuova opera del regista di culto Kurosawa Kiyoshi affronta con rinnovato fulgore l'orrore quotidiano, infrangendo il tabù dell'assassinio di un minore.
ORIZZONTI: LEONES
di Daniela Persico
Opera prima della giovane regista argentina Jazmin Lopez, sviluppata grazie anche al Torino Film Lab e vera scoperta di Orizzonti. Un percorso sensoriale e enigmatico attraverso l'identità di una generazione, perduta nella selva oscura.
80: PAGINE CHIUSE
di Marco Grosoli
La vocazione museale rispunta a Venezia nella rilevanza data alle pellicole conservate nel fondo collegato al festival. Un'occasione per riscoprire la bella opera prima di Gianni Da Campo, invisibile dal lontano '68.
CLASSICI RESTAURATI: HIMALA
di Giampiero Raganelli
Primo film prodotto dall'ente governativo delle Filippine ECP, "Himala" è la storia di una ragazza divenuta guaritrice dopo un'apparizione della Madonna. Una riflessione sul miracolo che arriverà fino a Lav Diaz.