TUTTO CIÒ CHE È SOLIDO SI DISSOLVE
di Alessandro Stellino e Daniela Persico
La critica cinematografica al tempo di Internet: i social network, i blog, le riviste online. Solo superando i pregiudizi sul Web si aprono nuovi spazi di incontro e di scoperta, oltre un cinema che non ha più bisogno di intepreti.
SCRIVERE DI CINEMA IN RETE: RIFLESSIONI PERSONALI
di Jonathan Rosenbaum
L'autore di Goodbye Cinema, Hello Cinephilia indaga la Babele di voci che compongono il panorama critico online. Il Web ha dissolto la suddivisione tra accademici e giornalisti per dare vita a una comunità globalizzata.
SULLA CRESTA DELL’ONDA: L’ESPERIENZA DELLA NUOVA CINEFILIA
di Girish Shambu
Come funzionano i mediatori della cinefilia su Internet? E in che modo è possibile gestire le miriadi di sollecitazioni cui ci sottopongono quotidianamente per riuscire a stare a galla nel mare magnum del Web?
MUBI: PER IL CINEMA D'AUTORE IL FUTURO È IL VOD
di Alessandro Stellino
Con oltre 3000 film in catalogo, di cui 400 disponibili sul territorio italiano, MUBI è la più grande piattaforma di streaming d'autore online. Il suo fondatore, Efe Cakarel, racconta come è nato il progetto.
FESTIVAL SCOPE: TUTTI I FESTIVAL IN UNO
di Alessandro Stellino
Lavorando in stretta collaborazione con i principali Festival del mondo, Festival Scope ha realizzato una piattaforma online che mette a disposizione degli addetti ai lavori il meglio delle programmazioni.
IL CINEMA E LA CRITICA AI TEMPI DI INTERNET
di Roy Menarini
Per ripensare gli strumenti della critica cinematografica è necessario superare la dialettica tra entusiasti della rivoluzione informatica e tradizionalisti della carta stampata e della pellicola.
CITIZEN KANE INCOMPLETE
di Luca Malavasi
In che modo è cambiato l'insegnamento del cinema "grazie" alla riforma universitaria e all'avvento di youtube. Cancellate gerarchie e storicizzazioni, il film è ormai una monade dalla traiettoria impazzita.